frame

 

Per concludere alla grande la stagione Frame 2015 arriva a Bologna un ospite d’eccezione: salirà sul palco di Zona Roveri Sabato 11 Aprile 2015, direttamente da Hannover, il geniale Timo Maas.

Celebrità indiscussa nell’ambito della club culture, Timo Maas ha radici musicali centroeuropee, uno stile quadrato con ritmiche scandite e inequivocabili.
Dj e produttore, cresce nella scena trance ed esordisce con il suo primo set nel 1982 per approdare dopo dieci anni nella scena rave. Il sound offerto dal nostro ospite unisce mirabilmente differenti stili, cattura le folle con groove semplici fatti di folate melodiche e improvvisi inserti difficili da prevedere. Afferma senza imbarazzo: “Mi è sempre piaciuta l’idea di costruire un mio suono personale, di lavorare cioè con suoni diversi per arrivare a creare qualcosa di nuovo e fresco.

Il primo avvicinamento di Timo Maas al mondo della musica elettronica avviene da giovanissimo, ascoltando la radio. Già a 9 anni comincia a comprare i suoi primi dischi e le sue prime apparecchiature.
Nel 1992 Maas fu introdotto nella primitiva scena dei rave tedeschi dopo essere stato contattato per un rave ad Easter. La sua passione per i rave prese subito piede e cominciò ad avere spazio anche all’estero. Grazie a questi Rave, Timo Maas acquisì popolarità in tutta Europa. Maas cominciò a produrre negli anni ottanta, ma la sua prima canzone, The final XS non fu rilasciata prima del 1995. The final XS non ebbe successo, e lo stesso Maas la ribattezzò Cheesy, che è un termine utilizzato nel campo per indicare qualcosa di molto predicibile e scontato. La sua seconda creazione avvenne tramite un altro produttore, Gary D, con Die Herdplatte, con un successo nettamente maggiore. Gary D permise anche a Maas di diventare Dj Resident al famosissimo club di Amburgo, The Tunnel, tra il 1994 e il 1996. Tramite dei contatti inglesi Maas fa esperienza anche in un locale di Bristol, basato sulla progressive house, chiamato Club Lakota. Maas cominciò a realizzare brani per varie etichette, tra cui la Hope Recordings, con vari appellativi. Alcuni di questi furono: Mad Dogs, Orinoko. Nel 2000 Timo Maas cominciò ad essere resident, insieme a Deep Dish al club Twilo di New York. Dopo la produzione di un altro album, chiamato Connected, insieme a Paul Oakenfold creò Perfecto.
La sua geniale opera di debutto, Loud, arriva nel 2002, con delle partecipazioni del calibro di Kelis e Finley Quaye.
Nel 2005 esce Pictures, realizzato con l’aiuto di Kelis, Neneh Cherry e del cantante dei Placebo, Brian Molko.
Si può trovare il tocco dell’artista anche nel mondo dei videogiochi: nel popolare gioco The Sims 2: Nightlife, è presente un suo remix come colonna sonora.
Con “Subtellite”, disco uscito nel 2008, raggiunge l’apice del successo e da allora viene apprezzato e suonato dai migliori dj del panorama Techno mondiale, come Sven Vath, Richie Hawtin, Felix Krocher, Dubfire e tanti altri.

Ad accompagnare Timo Maas in consolle non mancheranno anche gli ormai noti dj resident del Frame Party: Matteo Vanti,
Enrico Montenegro, Antonio Feroleto.
In collaborazione con i più noti gruppi della nightlife bolognese, Swag e Fever, FRAME PARTY si preannuncia come sempre un appuntamento esplosivo, proponendo la più ricercata cultura musicale e le più attuali forme d’arte visiva, per uno show che coinvolge e travolge il pubblico danzante anche grazie ad esclusive elaborazioni a cura di Aelion Project, note come STAGE DESIGN, installazioni di video-mapping appositamente progettate e studiate per incorniciare al meglio il palco e creare una scenografia multisensoriale.

————————–————————–————————–

LINE UP:

TIMO MAAS

Matteo Vanti (Memento)

Enrico Montenegro

Antonio Feroleto

Scroll to Top